web site a regola d'arte

3 ingredienti fondamentali per un sito web fatto “a regola d’arte”

“Cercasi web designer creativo per realizzare siti internet, dinamico e con spiccata propensione alla leadership. Ottima conoscenza del Pacchetto Adobe (Illustrator, Photoshop, Indesign) e videomaking. Padronanza dei linguaggi HTML5, CSS3, Javascript/Query e PHP, competenze CMS. Conoscenza di Bootstrap/Foundation framework per lo sviluppo di siti web responsive Requisito fondamentale: comprovate conoscenze di SEO oriented web writing e persuasive copywriting …”.

Vi sarà capitato di incappare in annunci di questo tipo decine di volte, nella ricerca di un professionista che sia al contempo un grafico, uno sviluppatore e magari uno scrittore specializzato per il web.
Eppure la ricetta di per sè è corretta: per fare un sito web a regola d’arte questi ingredienti ci vogliono tutti.

Se sia possibile trovare queste competenze in una persona sola è però un altro discorso e per quanto mi riguarda credo proprio che la risposta sia  no, per lo meno per 2 motivi.
Il primo è che per avere conoscenze veramente approfondite in uno qualsiasi di questi campi ci vuole esperienza, molta focalizzata e specifica. Il secondo è che di partenza l’approccio al progetto di un web designer è completamente diverso da quello di un web developer o di un web copywriter. Senza essere troppo schematici, vediamo perchè:

Graphic/Web designer: decodificato il brief del cliente e identificati quali sono i punti di forza di un brand, di un prodotto o di un progetto, individua il registro visivo (e non solo) più adatto a comunicarli. Previo un accurato benchmark, costruisce un’immagine corporate o di prodotto il più possibile forte e originale quindi  memorabile e riconoscibile.  Utilizza un sistema integrato di mezzi e metodi diversi che identificheranno come il prodotto/brand deve essere percepito da parte del fruitore e lo renderà unico. Il linguaggio utilizzato sarà poi fortemente focalizzato a seconda che i canali utilizzati siano offline oppure online.

Web developer: Lavora in team con figure come web designer, webmaster, web content manager con le quali non deve essere confuso. È colui che ha competenze tecniche estremamente più approfondite rispetto alle altre figure che operano nel settore. Un web developer infatti deve vantare conoscenze inerenti ai protocolli di rete, i server web ed i loro moduli principali, i database, la sicurezza informatica ed i linguaggi di programmazione oltre ad un’approfondita conoscenza dei linguaggi di markup più diffusi sul web. Un buon web developer è in grado di realizzare qualsiasi applicativo web, sfruttando le tecnologie più indicate sia lato server che lato client, ed è ovviamente a conoscenza dei linguaggi HTML5, CSS3, Javascript/Query e PHP. Ha inoltre ottime competenze sui moderni CMS.

Web writer /SEO copywriter figura curiosa e informata che si occupa dei contenuti del sito e dei testi che contribuiscono alla costruzione del brand e allo storytelling di quest’ultimo. Dotata di capacità di scrittura specifica per il canale internet e competenze trasversali, cerca il giusto equilibrio tra testi SEO oriented e contenuti emozionali e persuasivi, avendo sempre presente le caratteristiche della lettura a schermo e della semantica delle pagine web.

web design e storytelling

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi la tecnologia può aiutare molto offrendo template pronti, dai costi contenuti e dal design gradevole, selezionabili addirittura per categorie di business e personalizzabili. Ma il tema, sia esso in WordPress, Joomla o altro, da solo non garantisce che il sito web funzioni sotto tutti gli aspetti per quello che sono i suoi obiettivi.

La domanda, apparentemente banale, allora dovrebbe essere: a cosa serve un sito web?

Dal mio punto di vista il sito web è semplicemente il veicolo, un contenitore interattivo e dialogante, troppo spesso confuso con il contenuto stesso. Attraverso il web, facilitati da una comunicazione bidirezionale, otteniamo quello che un tempo facevamo tramite gli strumenti di comunicazione veicolati dalla stampa: marchio, manifesti, brochure, volantini ecc.

Ricapitolando quindi, il sito deve fondarsi su un sistema di comunicazione forte e personale, che valorizzi e che faccia percepire come unici i nostri servizi/attività/prodotti (competenza del web designer).
Scelti l’immagine e il registro comunicativo (che devono riflettere il posizionamento del cliente nel settore e nel mercato di riferimento), è necessario predisporre  un “contenitore” veramente efficiente. Qui entrano in gioco le competenze del web developer e il sito web, sviluppato nella tecnologia più consona al progetto e al budget, deve essere essenzialmente veloce da caricare, facile da navigare, con un’interfaccia intuitiva, ottimizzata per tutti i più utilizzati browser e completamente responsive.
Infine, last but not least, sarà necessario fare un buon lavoro di scrittura SEO oriented: contenuti originali e veramente interessanti, calibrati per l’audience del sito, dovranno essere redatti e corredati da efficaci testi d’interaction e call to action, senza dimenticare un’accurata SEO onpage  (competenza del copywriter), in modo che essi siano graditi oltre che ai lettori anche agli algoritmi di Google e alla sua ricerca sempre più semantica.
Solo così eviteremo  che il sito sia relegato dal motore di ricerca in posizioni troppo defilate, dove sicuramente nessuno lo vedrebbe.

Noi di Allymind sul web lavoriamo così, in modo che il nostro committente  ottenga dalla presenza online la massima visibilità per la sua utenza qualificata. E questi per noi sono gli ingredienti necessari per ottenere un sito fatto veramente a regola d’arte.

 

Nessun Commento

Posta un commento